Le tecniche di lavoro necessarie per lavorare come Barman

Un Barman, per essere definitivo un vero professionista, deve conoscere le tecniche fondamentali per realizzare tutto ciò che ruota intorno al bere miscelato ovvero Cocktails alcolici, analcolici, servizio di bevande calde etc. I Cocktails vengono suddivisi in categorie, conoscendo le attrezzature da Barman e le tecniche di preparazione possiamo realizzare tutti i Cocktails internazionali ed i most popular ( altro modo per definire i Drink più richiesti sul mercato ).

Le sei tecniche di lavoro base

Per affermare di saper realizzare almeno i Cocktails più richiesti, dobbiamo essere certi di conoscere le sei tecniche per la creazione dei Drinks:

1- Tecnica Build
Categoria più semplice che riguarda i Cocktails realizzati direttamente nel bicchiere del cliente. Parte alcolica + succo di frutta o prodotto sodato.

2- Tecnica Shake
Categoria che riguarda i Cocktails creati mediante l’utilizzo dello Shaker. Tipologie di Shaker in commercio, l’utilizzo e tecniche di shakerata sono la base di questa categoria.

3- Tecnica Skake and Strain
Categoria che riguarda i Cocktails che vengono serviti in coppa, eleganti e per palati raffinati.

4- Tecnica Stir and Strain
Categoria che esalta il bere miscelato, pochi ingredienti e molta capacità del Bartender di saperli miscelare con cura e precisione. Da questi Cocktails si evince la bravura del Bartender.

5- Tecnica Muddle
Categoria che riguarda Cocktails realizzati mediante l’utilizzo di un pestello. Dal succo del lime miscelato con dello zucchero di canna otterremo Caipiroska, Caipirinha e Caipirissima.

6- Tecnica Blend
Categoria per Cocktails estivi semplici e freschi a base di frutta.

Tutti i dettagli sul Corso da Barman Avanzato